All’interno di un magazzino dove migliaia di robot fanno la spesa

Il nuovo magazzino pensato da Ocado ha migliaia di robot che sfrecciano attorno a un sistema a griglia per riempire il carrello della spesa. Un migliaio di robot possono elaborare 65.000 ordini ogni settimana. Comunicano su una rete 4G per evitare le collisioni. È questo il futuro del retail?

Sperimentare con robot la raccolta e il confezionamento di generi alimentari

Ocado Technology spesso fa notizia sotto i titoli dell’innovazione nel campo dell’IA e della robotica. Negli ultimi due anni, è stato annunciato il coinvolgimento in diversi progetti di ricerca ad alto valore tecnologico, tra cui il sistema di manipolazione morbida SoMa e il sistema SecondHands cobot.

Mentre gli esseri umani possono apprendere e sviluppare rapidamente tutti i tipi di strategie per afferrare vari oggetti in base a ciò che intendono fare con essi, ai robot devono essere insegnate queste strategie ed è per questo che anche l’IA gioca un ruolo così importante. Poiché i prodotti da manipolare possono avere diverse forme e proprietà fisiche, i progetti SoMa e SecondHands (come riportato sul sito Ocado Group) potranno aiutare a sviluppare una nuova suite di pinze robotiche e strategie di presa in collaborazione con le principali università tecniche europee.

Il sistema progettato dal team di ricerca Ocado è calibrato per scegliere una gamma di generi alimentari dai magazzini altamente automatizzati chiamati centri di evasione ordini dei clienti (Customer Fulfillment Centers).

Come funziona?

Considerata la complessità del processo, una media di 260.000 ordini a settimana, una vasta gamma di oggetti di forma diversa (un catalogo con più di 50.000 SKU), disposti con qualsiasi orientamento, quando conservato in una cassa con molti altri oggetti.

Clicca qui per maggiori dettagli su questo progetto di Ocado Group.

Al prossimo video 🙂